Festival-laboratori palascianiani di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia:
1. IL LABORATORIO MUSICALE DI MARCO PALASCIANO, IV edizione di Toccata e fuga. Incontri musicali intorno a un pianoforte in transito (2009)
2. LA GRANDE RUOTA DELLE UMANE COSE (De magna rota rerum humanarum)
(2010)
3. DE NATURA MUNDI. L'interpretazione del mondo in ottanta giorni
(2011)
4. EURISTICON. Le nozze di Ragione e Fantasia
(2012)
5. ARCA ARCANORUM.
Nuovo laboratorio euristico di filosofia, arti varie, gioco e umana armonia
(2013)
6. URNA MARIS BAROCCA (Arca Arcanorum bis).
Nuovo festival capuano di scienza, filosofia, gioco e poesia (2013)
7. ENCYCLOPÆDIA CŒLESTIS.
Novissimo laboratorio euristico di filosofia, arti varie, gioco e umana armonia
(2014)
8. LE 77 MERAVIGLIE DELL'OTTOCENTO PALASCIANIANO. Novissimo festival capuano di scienza, filosofia, gioco e poesia (2015)
9. MAIEUTICON. Festival-laboratorio palascianiano n. 9 di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia (2016)

27 settembre 2016

Della nona stagione il calendario

L'Accademia Palasciania
in collaborazione con Architempo, Capuanova, Creso cultura e civiltà, Komar, Pro Loco
presenta

M A I E U T I C O N

Festival-laboratorio palascianiano n. 9
di scienza, filosofia, poesia, arti varie,
gioco e umana armonia


Il festival-laboratorio, nono della serie iniziata nel 2009, si articolerà in nove puntate che si terranno alle ore 18.00 di tutte le domeniche dal 9 ottobre al 4 dicembre 2016, a Capua, nell'alternanza di tre sedi:
● Biblioteca di Palazzo Lanza, corso Gran Priorato di Malta 25 (puntate nn. 1, 4, 7)
Palazzo Fazio, via Seminario 10 (puntate nn. 2, 5, 8)
● Biblioteca Francesco Garofano Venosta, Palazzo della Gran Guardia, piazza dei Giudici 6 (puntate nn. 3, 6, 9)
Le eventuali repliche si terranno il lunedì in orari e sedi da definire.

Ciascuna puntata sarà dedicata a una diversa delle nove Muse, nella rivisitazione palascianiana:
1. Èrato (musa dell'etica e dell'erotica)
2. Melpòmene (musa della catàbasi e della catarsi)
3. Talìa (musa dello spasso basso e crasso)
4. Urania (musa delle scienze fisiche)
5. Tersìcore (musa del dionisiaco e della poesia lato sensu)
6. Polimnia (musa della metafisica)
7. Clio (musa dell'essenziale e dell'evenemenziale)
8. Euterpe (musa del virtuosismo e del variazionismo)
9. Callìope (musa delle opere mondo)
E si comporrà in primis di una lezione-spettacolo di Marco Palasciano, in secundis di giochi e di sperimentazioni artistiche (fra teatro, scrittura, musica ecc.) cui potranno partecipare le persone presenti. Il tutto, come sempre, completamente gratis.

Nel calendario qui sotto, cliccare sui quadratini per visionare i resoconti delle puntate già tenute. O gli annunci, laddove non abbiamo avuto ancora il tempo di scriverne il resoconto.

(Notare che i titoli delle puntate n. 1 e n. 2 sono l’uno l’anagramma dell’altro; lo stesso accade fra i titoli di n. 3 e n. 6, di n. 4 e n. 5, di n. 7 e n. 8, e fra il titolo della n. 9 e il sintagma che lo completa: «nella più totalizzante visione di insieme».)

Per ulteriori informazioni contattare il 3479575971 o Marco Palasciano in Facebook.

Palasciano in Gran festa per Amleto e Don Chisciotte.
Palazzo Fazio, 23 aprile 2016. Foto di Salvatore De Maio.

Parte I
Emozione

1. Amore. Che il sole del Bene vi arrida
Palazzo Lanza, domenica 9 ottobre

2. Orrore. Da echi di belve al Male in sé
Palazzo Fazio, domenica 16 ottobre 

3. Riso. Uomini-bestia e paurelle d'eroi
Palazzo della Gran Guardia, domenica 23 ottobre

Parte II
Pensiero

4. Empirìa. Lo scienziato invii l'esploratore
Palazzo Lanza, domenica 30 ottobre

5. Irrazionale. Ivi oracoli, templi, pitonesse
Palazzo Fazio, domenica 6 novembre

6. Teoresi. O sublime idea, l'iperuranio!
Palazzo della Gran Guardia, domenica 13 novembre

Parte III
Racconto

7. Contenuto. Falso ma reale (dati rigorosi)
Palazzo Lanza, domenica 18 novembre

8. Forma. Da sottolinearsi: l'arte è un gioco
Palazzo Fazio, domenica 27 novembre

9. Sistema. Io voli in altezza e in plenitudine
Palazzo della Gran Guardia, domenica 4 dicembre

Si terrà infine – in giorno, orario e sede da definire – una festa per la consegna dei diplomi dedicata al fratello di latte delle Muse, ministro del ritmo e inventore dell'applauso: Croto, figlio del dio Pan e della ninfa Eufeme, al quale il mondo già dedicò la costellazione del Sagittario (in origine un satiro, difatti, non un centauro); ché fu pure inventore d'arco e frecce.

20 settembre 2016

Festa della poesia: la locandina

Festa della poesia, buffet compreso

L'Accademia Palasciania e l'associazione Il Mandala
presentano la sesta edizione in Terra di Lavoro
dell’evento mondiale

IL PAESE DAL SOLE-FATA
ovvero, anagrammando,
LA FESTA DELLA POESIA

Il Mandala
(Sant'Antimo, via Romania 2)
sabato 24 settembre
ore 18.00
INGRESSO LIBERO

Centinaia di città in tutto il mondo, tra cui Sant’Antimo per il casertano, il primo sabato d’autunno saranno unite da una grande festa: la sesta edizione di One Hundred Thousand Poets for Change (Centomila poeti per il cambiamento).

Per l’occasione l’Accademia Palasciania, già organizzatrice delle prime cinque edizioni in Terra di Lavoro, presenta in collaborazione con l’associazione Il Mandala l’evento Il paese dal sole-fata ovvero, anagrammando, La festa della poesia.

Nella prima parte dell’incontro Marco Palasciano inaugurerà il diciannovesimo anno di attività dell’Accademia Palasciania declamando una selezione della propria produzione poetica 1976-2016, nonché presentando il programma di Maieuticon. Festival-laboratorio palascianiano n. 9 di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia, che si terrà a Capua in nove puntate settimanali a partire dal 9 ottobre.

Nella seconda parte si avvicenderanno al leggio tutti coloro che lo desidereranno. Portate una o piú poesie, vostre o dei vostri poeti preferiti, e potrete declamarle o farle declamare.

Portate inoltre, se gradite restare a cena, un contributo in cibo e bevande secondo le vostre possibilità: l’incontro sarà infatti completato da un buffet comunitario.

14 settembre 2016

Il decennale d'un desueto sito

14 settembre 2016: il forum Prove tecniche di episteme compie dieci anni. Poco importa, considerato che già un paio d'anni dopo la sua apertura era caduto in disuso e in disgrazia, colpo di grazia la fondazione del ben più aulico e pimpante Blog dell'Accademia Palasciania. Ma resta il suo primato: il primo sito web palascianiano della storia! Un pensiero affettuoso dunque merita, pur se in ritardo e tinto dei colori dell'accidia più neghittosa e onusta di zavorra. Ossequi alati come l'albatro bodleriano, caro www.episteme.forumcommunity.net!

Il logo del forum. Le lettere in apice e in pedice compongono il paratitolo Recite poetiche.

7 settembre 2016

«Sé stesso»: l'argomento conclusivo

Recentemente, in Facebook, è stato domandato al nostro Presidente perché scrivere «sé stesso» e non «se stesso». Riportiamo la sua risposta alata:
Perché ll Sé è sacro, in quanto cuore dell'essere e unica certezza, ergo è sacrilego avere dubbi sul Sé; e «se» esprime dubbio; ergo togliere l'accento a «sé» e renderlo uguale a un «se» è atto blasfemo, orripilante, intollerabile. Ciò relativamente almeno alla mia sensibilità di poeta filosofo; poi i banausici e gli acusmatici facciano come vogliono, sapendo tuttavia che castrando quella «e» incorreranno nella più rigida e frigida riprovazione mia e dell'Accademia Palasciania tutta.
(Quanto all'altre Accademie, ovemai il lor parere interessàssevi, cliccare qui per quello della Crusca.)